venerdì 9 ottobre 2015

Le mattine da non dimenticare

Ci sono mattine che sorgono come nodi, non per il pettine (o forse sì...) ma per la storia degli uomini così come delle idee e associazioni che mettono in piedi.
Per Officine della Cultura questa è una di quelle mattine.
Da ieri pomeriggio la nostra cooperativa è divenuta difatti gestore del Teatro Comunale di Castiglion Fiorentino, uno dei meravigliosi teatri della nostra amata Val di Chiana, chiuso da alcuni anni, desideroso di teatro e cultura, di uomini e sentieri, come un spugna di fronte all'acqua che ne plasmerà la forma e ne cambierà la costituzione pur lasciandola intatta.
Nello stesso tempo, nello stesso giorno, usciva la notizia del proseguimento del percorso che ormai da 15 anni ci vede gestori del Teatro Cinema Verdi di Monte San Savino, mentre, senza notizie ma con un gran lavoro organizzativo, è già quasi pronta per la stampa la stagione del Teatro Rosini di Lucignano. Ancora per la nostra direzione artistica. Ancora in Val di Chiana. Ancora in quella terra in cui sono nati e cresciuti alcuni dei soci della nostra cooperativa e che sentiamo appartenere più che mai alle nostre radici. In inverno, con le stagioni teatrali e cinematografiche, come in estate, grazie al percorso virtuoso del Festival delle Musiche.
Senza dimenticare quel piccolo/grande nido sulle mura medievali di Arezzo dove sorge un cinema, il Cinema Eden, che, nella recente stagione, siamo riusciti a far tornare a illuminare le stelle. Per noi, per coloro che lo hanno a cuore, e per la nostra città.
Siamo in movimento. Restate insieme a noi. Vi aspettiamo a teatro!

Nessun commento:

Posta un commento